Laboratorio


Punto cardine del nostro lavoro sono i laboratori. Professionisti e apprendisti possono accedere ai materiali piu tecnologici e all'avanguardia del mercato. Il corso intende offrire agli aspiranti un percorso metodologico per affrontare, con piena consapevolezza, il restauro di edifici dotati di valore storico-architettonico. Potranno sperimentare ogni singola tecnica dedita al recupero.

I laboratori sono muniti di computer all'avanguardia con i quali è possibile effettuare operazione di diagnostica su ogni singolo pezzo. L'utilizzo di materiale informatico è importante al fine di capire e utilizzare meglio i materiali adatti.

Indagine - Analisi - Diagnostica

Diagnosi di elementi strutturali lignei e murari mediante tomografia sonica:

Le nostre diagnostiche strutturali non sono distruttive, servono ad ottenere informazioni indispensabili e fondamentali per impostare un progetto di recupero o di manutenzione. I dati ottenuti consentono di produrre informazioni facilmente interpretabili sullo stato di conservazione dell'elemento. Dopo aver effettuato la tecnica tomografica sonica, si aggiungono fasi di progettazione delle acquisizioni e le procedure operative, si riportano esempi di ricerca sperimentale condotta allo scopo di studiare la conformazione interna della sezione e di individuare disomogeneità e danno, quantificandone estensione e gravità. La mappa tomografica indica differenti stati di degrado ed aree con diversa densità e proprietà meccaniche.

Indagini video-endoscopiche

Le indagini video-endoscopiche hanno lo scopo di esaminare visivamente, con l'aiuto di una microtelecamera, l'interno di un foro praticato nel paramento murario. E possibile, quindi, individuare cavita o vuoti, tipologia del paramento murario, stato di conservazione ed eventuali anomalie della muratura oggetto dell'analisi. Per analizzare il paramento murario nei punti individuati dalla committenza, si è proceduto all'esecuzione dell'indagine video-endoscopica introducendo la microtelecamera all'interno del fori praticati con un trapano dotato di una punta del diametro di 14 mm, distribuiti, sulla facciata esterna della muratura su cui e' ancorato l'altare, secondo una griglia di ca. 1 - 2 metri di lato.

Esecuzione Tecnica

ll radar è sostanzialmente costituito da un'apparecchiatura ricetrasmittente in grado di inviare impulsi multifrequenza nel paramento murario e di ricevere le riflessioni generate da oggetti nascosti e da cio che li circonda, Tutti i mezzi reali assorbono le onde elettromagnetiche in misura dipendente dalle loro caratteristiche elettriche. Un mezzo omogeneo parzialmente conduttore è definito da un punto di vista elettrico da una coppia di valori:

  • costante dielettrica relativa;
  • conduttivita;

L'onda elettromagnetica generata dal radar viene emessa nel paramento mediante un trasmettitore (TX) presente all'interno dell'antenna. Quando le onde elettromagnetiche incontrano una discontinuità fisica, parte dell'energia incidente viene riflessa, generando un impulso di forma simile a quello trasmesso ma attenuato e distorto in fase e frequenza, che viene raccolto da un ricevitore (RX). La forma dell'impulso trasmesso è opportunamente calibrata in modo da ottenere una distribuzione spettrale di tipo gaussiano con il valore centrale che rappresenta la frequenza caratteristica, o frequenza centrale dell'antenna, la quale corrisponde alla frequenza dominante dell'impulso.

La frequenza centrale dell'antenna determina le caratteristiche di risoluzione e di massima profondità di esplorazione ottenibile. Discontinuità, cavità, materiale grossolano, ecc., inducono disturbi nel campo elettromagnetico indotto facilmente rilevabili e registrabili.

Mappatura tomografica dell'indice dei vuoti

Per realizzare un'adeguata mappatura dell'indice dei vuoti, si è proceduto alla suddivisione del prospetto dell'altare in superfici di ca. 0,50 m^2, attraverso una maglia composta da 7 righe e 11 colonne. Ad ogni microarea è stato attribuito un valore compreso tra O e 20 rappresentante l'indice dei vuoti, inteso come presenza di vuoti valutati in termini percentuali sul volume del paramento. A tal proposito occorre precisare che con il termine "vuoto" si intende una zona della muratura costituita da materiale grossolano o, in alcuni casi, di intercapedini riempiti di materiale di risulta, che rappresentano una soluzione di continuita' all'intemo della struttura. La rappresentazione grafica della distribuzione dell'indice dei vuoti e stata realizzata con il software appositi, capaci di effettuare interpolazioni di dati puntuali e produrre mappe iso-valore.

Restauro Tessuti

  • Italiano
  • Inglese
  • Francese
  • Rumeno
  • Spagnolo
  • Bulgaro